Violenza sulle donne: frasi per riflettere

 

La Giornata mondiale contro la violenza sulle donne è stata istituita  dall’Onu nel 1999 per sensibilizzare sulla violenza di genere. La data del 25 novembre non è stata scelta a caso. In quel giorno, nel 1960, nella Repubblica Dominicana, vennero uccise le tre sorelle Mirabal (Patria Mercedes, María Argentina Minerva e Antonia María Teresa), assassinate per il loro impegno politico contro l’allora dittatore Rafael Leónidas Trujillo.

Il 25 novembre è diventata una data simbolo dell’accusa della società civile nei confronti del fenomeno, sempre in aumento, della violenza sulle donne. Vi propongo una serie di frasi per riflettere.

 

 

*****

 

Speciale Donna: per non dimenticare

 

 

  • La violenza sulle donne è antica come il mondo, ma oggi avremmo voluto sperare che una società avanzata, civile e democratica non nutrisse le cronache di abusi, omicidi e stupri. (Helga Schneider)
  • La violenza contro le donne è forse la violazione dei diritti umani più vergognosa. Essa non conosce confini né geografia, cultura o ricchezza. Fin tanto che continuerà, non potremo pretendere di aver compiuto dei reali progressi verso l’uguaglianza, lo sviluppo e la pace. (Kofi Annan)
  • Quando si violentano, picchiano, storpiano, mutilano, bruciano, seppelliscono, terrorizzano le donne, si distrugge l’energia essenziale della vita su questo pianeta. Si forza quanto è nato per essere aperto, fiducioso, caloroso, creativo e vivo a essere piegato, sterile e domato. (Eve Ensler)
  • Quanto più la donna cerca di affermarsi come uguale in dignità, valore e diritti all’uomo, tanto più l’uomo reagisce in modo violento. La paura di perdere anche solo alcune briciole di potere lo rende volgare, aggressivo, violento. (Michela Marzano)
  • La violenza domestica è il fronte di prima linea nella guerra contro le donne. (Pearl Cleage)
  • Soprattutto oggi, in epoca di permissivismo sessuale, lo stupro non risponde a un bisogno fisiologico, facilmente appagabile altrimenti, ma a quello psicologico di umiliare e annullare la donna, il nemico di sempre sfuggito al controllo. (Massimo Fini)
  • Ho giurato di non stare mai in silenzio, in qualunque luogo e in qualunque situazione in cui degli esseri umani siano costretti a subire sofferenze e umiliazioni. Dobbiamo sempre schierarci. La neutralità favorisce l’oppressore, mai la vittima. Il silenzio aiuta il carnefice, mai il torturato. (Èlie Wiesel)
  • Nessuno è di fronte alle donne più arrogante, aggressivo e sdegnoso dell’uomo malsicuro della propria virilità. (Simone de Beauvoir)

       (A cura di Alessia S. Lorenzi)

 

 

TOP