Ed ecco il Natale... 

 

Il Natale è già qui e gli auguri hanno cominciato a farli da diversi giorni. E' bellissimo fare gli auguri! Vuol dire che hai a cuore la vita della persona a cui li rivolgi... Eppure, spesso, mi sembra che si dicano "perchè tutti lo fanno", per abitudine, perchè "altrimenti sembri maleducato",  senza entusiasmo, senza nemmeno pensarci. Quando percepisco questa "indifferenza" in chi mi fa gli auguri, mi viene quasi di ritirare la mano e dire: "Guarda che non devi farmeli per forza!" Non mi piacciono le cose dette senza un minimo di consapevolezza di ciò che si sta dicendo. A me, personalmente,  non piace fare gli auguri per Natale, a me piace fare un augurio più grande, un augurio che abbracci tutta la vita, perchè non si vive solo a Natale, non si vive solo un giorno: la vita è sempre, in ogni piccolo istante, bello o brutto che sia, si vive. Ogni attimo della nostra vita, merita un augurio speciale. Provo a fare un augurio più grande, un augurio che, secondo me, ognuno dovrebbe racchiudere nella parola "Auguri" che pronuncia in questi giorni e in qualsiasi altra occasione.
"Vorrei augurarti tanta felicità, ma credo che te l’abbiano augurata in tanti, vorrei farti l’augurio di giorni felici, ma anche a questo ci avranno già pensato; allora potrei augurarti tanta fortuna, ma credo di arrivare tardi anche per questo...Potrei augurare tanta serenità a te e alla tua famiglia, ma è la prima cosa che si regala e qualcuno sarà sicuramente arrivato prima di me. Allora provo ad augurarti qualcosa di diverso, qualcosa a cui nessuno possa aver pensato....
Ti auguro di essere padrone della tua vita e di saper individuare la rotta che vorrai seguire nel tuo percorso nel mondo;
ti auguro di avere tanto Amore nel cuore e saperlo donare senza risparmiarti mai, perchè solo l'amore donato ci arricchisce dentro;
ti auguro di saper riconoscere l’Amore nello sguardo di chi ami, ma anche di saper individuare la tristezza dietro al suo sorriso.
Vorrei augurarti anche di trovare la felicità che è nascosta nel tuo cuore, perché è quella che ti farà gioire di ogni piccola cosa.
E ricorda sempre che qualunque cosa tu debba affrontare nella vita, devi affrontarla con coraggio e determinazione, non fuggire mai, perché dovunque tu ti nasconda non potrai mai fuggire da te stesso...
Per ultimo ti auguro di essere amato come meriti."

 

(© Alessia S. Lorenzi da “Passeggiata tra le nuvole sorvolando il mare”)
Passeggiata tra le Nuvole

 
 

 

Serve l'esempio a Natale...

 

Come ogni anno arriva il Natale e continuo a sentire sempre le stesse cose! Le stesse identiche cose di ogni anno!

Tutti pronti a dire: “Che bello il Natale di una volta!” oppure “C’era una volta il Natale” o ancora “Non c’è più la magia del Natale” o altre frasi del genere scritte sui vari social solo per qualche “mi piace” in più. Eh sì, perché abbiamo bisogno di sentire che tutti sono d’accordo con noi. Abbiamo bisogno di sentirci “come tutti gli altri” sulla stessa lunghezza d’onda.

Io sono del parere che  ognuno di noi possa scegliere di viverlo in modo diverso. Nessuno  impedisce a “nessuno” di cambiare il modo di vivere questa festa. Il Natale è uno stile di vita. Come si vive il Natale, si tende a vivere il resto dell’anno: con egoismo, eccentricità, apparenza e ipocrisia....allora muoviamoci a invertire la rotta anziché apparire soltanto “nostalgici piagnucoloni” .

Le lamentele scivolano sulle cose e tutto resta uguale a prima. Agire significa dare un energico colpo di spugna alle cattive abitudini e ricominciare. Chi vuole un Natale diverso, ci prova, tenta almeno di cambiare le cose.

Cominciamo dagli addobbi...basta spendere cifre esorbitanti per un minuscolo addobbo luccicante...coinvolgete i bambini e fate dare libero sfogo alla fantasia. Poi prendeteli per mano, entrate in un supermercato e dategli un sacchetto di plastica dicendo: - Ciò che abbiamo risparmiato per gli addobbi, usiamolo per comprare qualcosa per chi ne ha bisogno. Riempiamolo e portiamolo a un'associazione benefica.- Educhiamoli e il Natale di domani, il loro Natale, sarà sicuramente migliore. Loro vogliono l'esempio, non immagini in bianco e nero prese qua e là per far vedere che una volta era diverso. Se non si cerca di far qualcosa, vuol dire che va bene così e se va bene così, non occorre far finta di non condividere il Natale di oggi.


(© Alessia S. Lorenzi)

TOP