Due angeli

Due angeli in viaggio fecero una sosta, per passare la notte nella casa di una famiglia benestante. Questa famiglia si dimostrò scortese e rifiutò di accogliere gli angeli nella camera degli ospiti della casa padronale. Fu loro accordato invece un piccolo posticino nel freddo della cantina. Quando fecero per sdraiarsi sul duro pavimento, l’angelo più anziano vide un buco nella parete e lo riparò. Quando l’angelo più giovane chiese il PERCHE’, l’angelo più anziano rispose:

“Le cose non sempre sono come sembrano."

La notte successiva I due trovarono ospitalità nella casa di un contadino e di sua moglie, molto poveri ma molto ospitali. Dopo aver condiviso con i due angeli il poco mangiare che avevano, il contadino e sua moglie fecero dormire i due angeli non loro letto, che vi dormirono molto bene. Quando il sole illuminò all’indomani tutto il cielo, i due angeli trovarono il contadino e sua moglie in lacrime. La loro unica mucca, il cui latte era il loro unico sostentamento, era stesa morta sul prato. L’angelo più giovane si arrabbiò e chiese all’altro come egli avesse lasciato succedere tutto ciò? “il primo uomo aveva tutto e ciò nonostante l’hai aiutato” disse in tono accusatorio. “La seconda famiglia aveva ben poco e tu gli hai lasciato morire la mucca.”

“Le cose non sempre sono come sembrano” disse l’angelo più anziano.

Quando noi ci riposavamo nella fredda cantina della casa padronale, mi accorsi che c’era dell’oro nel buco della parete. Poiché il proprietario era così ingordo ed avaro e non voleva condividere la sua buona sorte, ho sigillato la parete affinché egli non potesse più trovarlo.

Quando noi dormivamo la notte scorsa nel letto del contadino, vidi venire l’angelo della morte a prendere sua moglie. Al suo posto gli ho dato la mucca.

“Le cose non sempre sono come sembrano.”

Talvolta è proprio quello che succede se le cose non evolvono come dovrebbero. Se tu hai fiducia, devi semplicemente prendere atto del fatto che ogni avvenimento è per te positivo. Potresti non rendertene conto prima che sia passato un po’ di tempo....

(Dal web.)           (Torna a "Storie per riflettere")

 

TOP